Bovini 'dopati', Slow Food parte civile

Bovini trattati con anabolizzanti. Se ne parla in un processo, cominciato oggi a Torino e trasferito a Cuneo per competenza territoriale, a quattro esponenti (e due tecnici esterni) di una grande azienda piemontese nel settore dell'allevamento già interessata la scorsa settimana da una ispezione del Nas. Slow Food è parte civile con l'avvocato Alessandro Lamacchia e devolverà l'eventuale indennizzo al progetto per le scuole Orto in condotta. "Siamo contenti che ci sia Slow Food - ha replicato uno dei difensori, Luigi Chiappero - perché così prenderà atto che è tutto in regola. Ma passerà del tempo, mentre le notizie provocano subito danni enormi: alcuni grandi distributori ci hanno già annullato la fornitura". I fatti risalgono al 2006-2011. La difesa obietta che i bovini erano allevati da altre ditte, soprattutto nel Cuneese, con le quali c'erano accordi di soccida, e che l'accusa si fonda solo sull'esito di esami istologici la cui validità non è mai stata confermata dalle analisi sangue-urina.

ANSA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Arrestato stalker a Torino
    ANSA
  2. Torino, botte e minacce alla giovanissima ex: arrestato mentre cercare di forzarle la porta di casa
    Torino Repubblica
  3. Tra savarin e ginevrine i dolci 'mondiali' della pasticceria Galla
    Torino Repubblica
  4. A Villa Somis le sorprese del cuoco-filosofo Stefano fra tradizione e new deal
    Torino Repubblica
  5. Cose buone, fatte bene e a prezzi pop: i regali di Max alle Lavagne
    Torino Repubblica

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Torino

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...